Interrogazione: gestione dopolavoro Bertero -Garis

0
Interrogazione: gestione dopolavoro Bertero -Garis

Vinovo 13/07/2018

INTERROGAZIONE

I sottoscritti Consiglieri Comunali Giordanengo Sergio e Bovi Fabio, presentano la seguente INTERROGAZIONE.

OGGETTO : Informazioni su gestione dopolavoro Bertero -Garis

                                                                                Considerato che :

L’immobile in oggetto denominato “dopolavoro” ha subito nel corso degli ultimi anni varie modifiche e ristrutturazioni sia a livello edilizio sia a livello di sistemazione di varie associazioni locali, sportive e non. Facendo seguito agli atti richiesti e ricevuti riguardanti i contratti in essere tra il Comune di Vinovo Ed in specifico quello con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Sportivi e ricreativo Comunale Bertero-Garis,

chiediamo alla giunta di rispondere alle seguenti domande:

  • Articolo 3 – Durata della convenzione: Considerato che il contratto in essere della durata di anni 6 scadrà il 31 marzo 2019, è intenzione della giunta in carica riaffidare il complesso con assegnazione diretta oppure , a nostro avviso, seguendo un iter più logico e trasparente assegnandolo attraverso bando di gara aperto? Magari anche tenendo in considerazione il discreto successo dell’attività ristorativa?
  • Articolo 4 – Destinazione dell’immobile : Non essendo indicati nei punti specificatamente nessuna attività di ristorazione , è da intendersi la stessa individuabile nel punto “eventuali altre attività previo accordo con l’amministrazione”? qualora così fosse potete documentare l’accordo intercorso per l’attività di somministrazione alimenti e ristorazione ?
  • Articolo 5 punto o) : Gestione pubblico esercizio. A quando risale e in che forma è stata data autorizzazione alla gestione della ristorazione da parte di altro soggetto ?
  • Articolo 5 punto r) : Il comune incassa annualmente la cifra di 4.000 Euro dalla associazione , ma a quanto ci risulta, ma che non siamo in grado di certificare, il gestore della parte ristorazione (che presumiamo ricada nell’articolo 5, sempre punto o) verserebbe alla associazione stessa 6.000 Euro all’anno. Qualora questo fatto fosse confermato e documentabile , ne è a conoscenza l’amministrazione di questo ?
  • Qualora quanto sopra fosse confermato, l’attività stessa non ricadrebbe nella fattispecie da intendersi come subappalto, prefigurando il verificarsi dell’art.11?

Ringraziamo anticipatamente per le risposte.

 

Leave a Reply

Name
Name*
Email
Email *
Website
Website