CS:Dissuasori, soldi buttati, nessuna sicurezza e apparecchi non omologati

0
CS:Dissuasori, soldi buttati, nessuna sicurezza e apparecchi non omologati

Vinovo, 13 luglio 2018 – Come M5S in più occasioni abbiamo chiesto interventi di messa in sicurezza delle nostre strade. Dopo risposte evasive o che negavano l’evidenza dei fatti di fronte alle nostre segnalazioni, nostre e dei cittadini, e che abbiamo portato in Consiglio Comunale, l’amministrazione ha deciso di intervenire dotando il comune di ben 10 postazioni di seguito chiamate Totem e di alcuni attraversamenti tecnologici.

A tal proposito riportiamo quanto scritto in un recente articolo de La Stampa del 23 aprile 2018 “La spiegazione ufficiale è sempre la tanto sbandierata prevenzione. Ma la verità, a ben vedere, è un po’ diversa. E anche stavolta nasconde il solito tentativo dei Comuni italiani di ingrassare le casse con le multe. Il metodo è quello dei finti autovelox: gli automobilisti non hanno il tempo di rendersene conto, ma ai lati di moltissime strade spuntano strani e colorati dispositivi. Totem di forma diversa che a prima vista assomigliano tanto ai classici misuratori di velocità. In realtà, c’è un inganno: la colonnina piazzata dai vigili urbani è una specie di spaventapasseri. All’interno, infatti, l’autovelox non c’è quasi mai e anche chi non rispetta i limiti non rischia la multa. All’apparenza è tutto regolare: c’è il cartello che segnala il misuratore e la colonnina colorata è ben visibile. Ma c’è un dettaglio: «Questi totem non sono omologati. Anzi – specificano dal dipartimento Trasporti del ministero delle Infrastrutture – non potranno mai essere omologati. Per una ragione semplice: non sono previsti dal Codice della strada».  Ma il ministero della Infrastrutture ha a cuore anche un altro problema: «Le colonnine – si legge nelle note – rischiano di provocare pericoli alla circolazione».

Tralasciamo le varie comunicazioni fatte dal Sindaco in queste settimane per soffermarci sull’utilità delle scelte fatte, su quanto, secondo noi, di meglio poteva essere fatto e sui soldi spesi.

Le scelte fatte dalla giunta, a nostro avviso, sono sbagliate per differenti motivi:

  • VeloOk: nei comuni limitrofi e non solo, è risaputo che questi oggetti sono spesso danneggiati/vandalizzati e infatti anche a Vinovo, ad oggi ben 4 sono stati sradicati.
  • Attraversamenti tecnologici: gli attraversamenti tecnologici non sono altro che dei segnalatori visivi che lampeggiano all’arrivo delle auto.

Cosa si poteva fare: sicuramente dotare i punti più critici di piattaforme di attraversamento pedonale che obbligano i conducenti a rallentare sarebbe stata una scelta, compatibile per strade provinciali, in grado di garantire la sicurezza dei pedoni. Interventi più mirati nelle modifica dell’assetto stradale con riparazione del manto, restringimenti delle carreggiate, attraversamenti rialzati, separatori di carreggiate per senso di marcia, come dimostrato da diversi studi in materia, avrebbero garantito maggior sicurezza, permettendo di limitare la velocità solo ed esclusivamente nei tratti ove effettivamente necessario

Soldi spesi: riportiamo iI parere emesso il 24 luglio 2012 n. 4295 del Ministero Infrastrutture e Trasporti in risposta alle prefetture spiega chiaramente che gli “speed check”, se impiegati senza contenere l’apparecchio elettronico di rilevamento vero e proprio, non sono in realtà approvati da alcuna normativa in corso, poiché non richiamabili ad alcuna categoria di segnaletica stradale prevista dal Codice della Strada. Insomma: l’uso della più economica colonnina “vuota”, esclusivamente in vece di deterrente psicologico non è legale e può essere indagato per danno erariale, poiché si tratta di acquisto con soldi pubblici di dispositivo non regolare.

Probabilmente potranno esserci recenti rettifiche a quanto sopra riportato, ma possiamo affermare che anche in questa situazione i nostri amministratori comunali pro-tempore, pur di far vedere che sanno fare, hanno buttato i soldi dei contribuenti senza garantire la tanto auspicata sicurezza.

Movimento 5 stelle di Vinovo

Leave a Reply

Name
Name*
Email
Email *
Website
Website