Passa ai Gazebo Sabato e Domenica – Centro Medico nel Castello: No grazie!

0
Passa ai Gazebo Sabato e Domenica - Centro Medico nel Castello: No grazie!
PROSSIMI APPUNTAMENTI
-GAZEBO M5S Vinovo –
Febbraio 2018 dalle ore 10:00 alle 13
12/02/18 Vinovo centro-P.za Rey zona mercato
17/02/18 Villaggio Cavalieri
18/02/18 Vinovo centro-P.za Marconi
19/02/18 Vinovo centro-P.za Rey zona mercato
24/02/18 Vinovo centro-P.za Marconi
25/02/18 Garino- P.za 1° maggio
26/02/18 Vinovo centro-P.za Rey zona mercato
con la presenza di
Roberta Cavuoti – La loggia – Candidata Uninominale Camera

———————————-
E’ finito il tempo di aspettare. E’ l’ora di PARTECIPARE.

DAI LA TUA DISPONIBILITA’ x Gazebo/Volantinaggi

contattaci alla mail m5sVinovo@gmail.com
SCARICA STAMPA o PASSA PRENDERLO AL GAZEBO E DIFFONDI il volantino dei 20 punti per la qualità della vita degli italiani
Qui trovi anche il Programma Nazionale del Movimento 5 Stelle!
SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE

Se sei residente a Vinovo e vuoi dare la tua adesione come rappresentante di lista per le prossime elezioni che si terranno il 4 Marzo 2018 contattaci alla mail m5sVinovo@gmail.com inviandoci i seguenti dati : Nome, Cognome, Data di Nascita, Luogo di Nascita, Residenza, Indirizzo email, Numero di telefono, Sezione (Guarda sulla tua tessera elettorale).

Non dobbiamo rinunciare a vivere bene e al sogno di avere un Paese migliore.
Partecipa, scegli, cambia!
———————————-

Giriamo di seguito il testo che abbaimo condiviso con l’Amministrazione riguardo alla proposat di utilizzo del castalel che l’amministarzioen sembr adecisa a recepire.

VALUTAZIONE PROPOSTA CASTELLO

Vinovo, 9 febbraio 2018

Dopo l’incontro recentemente avuto con l’Amministrazione che ci ha illustrato la manifestazione di interesse della soc BIESSE Investment s.r.l. per una eventuale convenzione di utilizzo del Castello della Rovere per la relaizzazione di attività e servizi in ambito sanitario/riabilitativo, il ns. gruppo esprime le seguenti valutazioni:

  • In linea generale, considerando che è già in corso il progetto di realizzazione di una struttura a carattere sanitario per il riutilizzo dell’Area Ex Cottolengo, e considerando la caratteristiohe storiche/architettoniche dell’edificio, non riteniamo appropriata la collocazione di un’altra attività dello stesso ambito nella struttura del castello.
  • Riteniamo inoltre che la durata proposta per la locazione (30 anni + 5) sia eccessiva e penalizzante per la comunità, oltretutto a fronte di un beneficio finanziario troppo esiguo, sicuramente conveniente per il piano finanziario del locatore ma molto meno per l’Amministrazione. Ci sembrerebbe congruo impegnare le future Amministrazioni per un periodo non superiore a 15 anni (3 legislature) e con un ritorno economico almeno pari al prezzo di mercato per locazioni ad uso abitativo in zona, eventualmente scalando dai canoni dei primi anni i costi di ristrutturazione sostenuti.
  • Riteniamo, inoltre che, in un eventuale accordo/convenzione, debbano essere ben chiarite le condizioni di controllo e approvazione dell’Amministrazione su qualsiasi progetto di ristrutturazione e allestimento locali previsto dal Locatore e le condizioni di rilascio della struttura a fine locazione anche se anticipata oltre a una chiara e dettagliata divisione degli oneri di gestione e manutenzione.

Inoltre:

  • Pensiamo che NON sia del tutto scontato il fatto che non si possano trovare alternative diverse e, specialmente, che non sia possibile individuare operatori in vari ambiti che potrebbero avere interesse a proporre una forma di accordo al riguardo.
  • E’ del tutto evidente che la ricerca di operatori se effettuata solo per “passaparola” o conoscenze spurie degli amministratori, pur riconoscendo tutta la buona volontà, difficilmente può portare alla luce un panorama di possibilità ampio nel quale scegliere quella più appropriata e vantaggiosa per la comunità.

Per tutto quanto sopra, la proposta del nostro Gruppo Consiliare è di:

1)     Individuare le linee guida imprescindibili per un eventuale accordo, quali in linea non esaustiva:

– Porre dei limiti al genere di attività recepibili nella struttura,

– Stabilire Il principio che i lavori di ristrutturazione ed eventuale adeguamento siano in capo all’affidatario e siano condizione preliminare per l’occupazione dei locali,

– Individuare una durata congrua per la concessone/affidamento e in relazione a questa un importo minimo opportuno per i canoni di locazione,

– Definire una suddivisione opportuna delle spese di gestione della struttura

2)     Concretizzare tali linee guida in un bando generico che, perimetrando in maniera definitiva la parte di proprietà che l’Amministrazione è disponibile a dare in locazione/affidamento, proponga una bozza di accordo di convenzione.

3)     Pubblicare tale bando con evidenza a livello Europeo e con un congruo tempo di risposta non inferiore a 6 (sei) mesi.

A tale riguardo si forniscono di seguito alcuni links dai quali è possibile risalire alle modalità di pubblicazione dei bandi pubblici nell’apposito Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea: http://simap.europa.eu/enotices/changeLanguage.do?language=it e http://www.gazzettaeuropea.com/

——————

interrogazioni – Mozioni protocollate ch everranno discusse al Prossimo CC

INTERROGAZIONE :Rete Territoriale contro le discriminazioni.

In linea con quanto stabilito dalla L.R. 5/16 “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e delle parità di trattamento nelle materie di competenza regionale” e in seguito alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la Regione Piemonte, indirizzato a regolare la collaborazione in materia di iniziative contro le discriminazioni, con Decreto della Consigliera delegata n° 513/31977/2017, il Servizio Politiche sociali e di Parità della Città Metropolitana di Torino ha avviato le procedure  per  la costituzione della Rete territoriale metropolitana.

Chiediamo se e come Vinovo aderirà

Leggi il testo

PROPOSTA DI DELIBERA : Modifica regolamento edilizio

Per dare attuazione della Direttiva europea n. 2014/94/UE che stabilisce i requisiti minimi in materia di realizzazione di infrastrutture per i combustibili alternativi, chiediamo di procedere alal modifica del Regolamento Edilizio di Vinovo.

Leggi il testo

Leave a Reply

Name
Name*
Email
Email *
Website
Website