COMUNICATO STAMPA: L’amministrazione di Vinovo non interviene in difesa dei cittadini/utenti SMAT

0
COMUNICATO STAMPA: L'amministrazione di Vinovo non interviene in difesa dei cittadini/utenti SMAT

COMUNICATO STAMPA

L’amministrazione di Vinovo non interviene in difesa dei cittadini/utenti SMAT

Vinovo 01/12/2017 – Forse per evitare al sindaco Guerrini di fare una pessima figura,  l’assessore Vignali, rispondendo all’interrogazione presentata dal gruppo 5stelle sul conguaglio 2008-2011 della tariffa dell’acqua, ha nuovamente affermato in Consiglio comunale del 28 Novembre 2017 che la SMAT ha un proprio Consiglio d’Amministrazione e che questo decide in piena autonomia le politiche dell’azienda; Vinovo quindi non poteva incidere e non poteva fare nulla per opporsi all’aumento dal 10 al 30% della bolletta dell’acqua  dovuto al conguaglio della tariffa deciso da SMAT.

L’Assessore Vignali non può non sapere che SMAT non può inventarsi le tariffe dell’acqua: SMAT deve applicare le tariffe deliberate dall’Autorità d’Ambito 3 Torinese (ATO3) , di cui fa parte il Sindaco di Vinovo Gianfranco Guerrini.

In questo caso, SMAT si era accorta  che nel periodo 2008-2011 ha venduto meno acqua, ha quindi incassato di meno ed ha chiesto  all’ATO3  di punire gli utenti che hanno risparmiato acqua  facendogliela pagare  più cara, e incassando così altri 46 milioni di euro in più.

L’Assessore Vignali  non può non sapere che questo aumento della tariffa per “conguaglio ante 2012” è stato autorizzato con la Deliberazione n. 530 del 15 maggio 2014 dall’ATO3 Torinese  di cui il Sindaco Guerrini fa parte.  Ma a quella seduta egli risulta  assente.  Forse per non prendersi la responsabilità di votare un aumento illegittimo?

Infatti, il Giudice di Pace di Torino, con sentenza  del 30 ottobre 2017 ha dichiarato illegittimo quel “conguaglio” e condannato     SMAT a restituirlo agli utenti.

Nemmeno SMAT era del tutto sicura di farla franca, tant’è che si è cautelata mettendo da parte ben  € 25,5 milioni  come risulta dalla Nota Integrativa – Bilancio SMAT 2013 – Pag. 107 : “Tra gli accantonamenti viene segnalato un importo di complessivi 25,5 milioni di euro per oneri e rischi  correlati agli elementi di incertezza circa la determinazione degli oneri e delle pendenze della Capogruppo connessi al riconoscimento dei conguagli tariffari di cui alla Delibera ATO 3 n. 530 del 15/05/2014”.

Questi dati devono essere a conoscenza dei nostri amministratori, compreso l’Assessore Vignali.

A meno che non sia all’altezza del suo compito.

Chiediamo che il Comune di Vinovo assista i cittadini-utenti SMAT nel recupero del maltolto.

Movimento 5 stelle di Vinovo 

FORUM  ITALIANO  DEI  MOVIMENTI  PER  L’ACQUA – Comitato Acqua pubblica TorinoSud 

Leave a Reply

Name
Name*
Email
Email *
Website
Website