Esposto Corte dei Conti su Progetto Mondo Juve

0
Esposto Corte dei Conti su Progetto Mondo Juve

Trasmettiamo di seguito il Comunicato Stampa relativo all’esposto consegnato dal Movimento 5 stelle il 17 Febbraio alla Corte dei conti.

Progetto mondo Juve – presunto danno erariale?

Vinovo 1 Marzo 2016 – Dopo aver acquisito la documentazione riguardo alla convenzione e successivi rapporti intercorsi tra amministrazioni di Vinovo e Mondo Juve; individuando un possibile danno erariale per il Comune, il Movimento 5 Stelle di Vinovo ha presentato una denuncia alla Corte dei Conti di Torino responsabile di valutare il presunto danno riscontrato.

Sono passati quasi due anni dal nostro ingresso nel Consiglio Comunale di Vinovo, e, come anticipato in campagna elettorale, il nostro obiettivo, oltre a proporre azioni e mozioni indirizzate a far evolvere il nostro Comune, è di monitorare e cercare di rendere trasparente la gestione del Comune stesso.

Nel portare avanti la nostra attività abbiamo ben presente che esiste l’obbligo di denuncia alla Corte dei Conti da parte degli organi della Pubblica Amministrazione per i fatti dannosi per l’Erario posti in essere da dipendenti pubblici, o da soggetti, persone fisiche o giuridiche, comunque assoggettati alla giurisdizione contabile.

La questione coinvolge sia chi opera all’interno degli Enti pubblici, perché l’omessa denuncia di danno erariale è essa stessa causa di responsabilità amministrativo-contabile; sia le Procure regionali, dal momento che l’attività istruttoria del P.M. contabile è condizionata dall’esistenza di una concreta notitia damni, puntuale e circostanziata.

Analizzando  una serie di progetti relativi al nostro comune, al fine di verificarne l’adeguatezza e la correttezza, e dopo aver acquisito la documentazione riguardo alla convenzione e successivi rapporti intercorsi tra amministrazioni di Vinovo e Juventus F.C. S.p.A , abbiamo riscontrato, nel contratto stipulato, elementi di preoccupazione che di seguito riassumiamo brevemente:

In data 8 maggio 2001 con protocollo n° 5623 veniva sottoscritto un accordo tra la società Juventus F.C. S.p.A. ed i Comuni di Vinovo e Nichelino e mirato alla costruzione di Mondo Juve, comprensorio con campi da allenamento e non solo per le squadre della società.

L’accordo prevedeva una serie di impegni reciproci, ed in particolare per quanto riguarda il Comune di Vinovo, la società Juventus F.C. S.p.A. si impegnava oltre al pagamento od alla realizzazione di opere a scomputo primaria degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria anche a:

  • Contribuire con il versamento di una somma di Lire 5.000.000.000 (cinque miliardi) per il restauro del Castello di Vinovo;
  • Utilizzare il castello nell’ambito delle proprie normali attività;
  • Far si che, con adeguata politica commerciale, il medesimo venisse inserito nei programmi di in-comingdel proprio tour operator;
  • Favorire con la propria agenzia di pubbliche relazioni al rilancio dell’immagine del Comune stesso.

Inoltre, la società Juventus F.C. S.p.A. si impegnava a versare un contributo annuale di Lire 200.000.000 (duecento milioni) per cinque anni a favore della Piccola Casa della Divina Provvidenza (Cottolengo) di Vinovo e ciò a far data dalla conclusione del progetto di intervento che la legava alle missioni Don Bosco.

Ebbene, quest’ultimo impegno non è stato tutt’ora assolto e i soldi non ci risulta siano mai arrivati al Comune di Vinovo, benché in data 29 settembre 2011 fosse stata data ampia rassicurazione dall’allora Sindaco Maria Teresa Mairo ad una interrogazione dell’opposizione.

In quel caso l’allora sindaco affermava:

Considerando che la Juventus in questi anni ha regolarmente erogato i 5 miliardi di vecchie Lire per il restauro del castello, l’amministrazione non ha provveduto a sollecitare il restante versamento di un miliardo di vecchie lire in quanto sono cambiate alcune condizioni economiche e di progettazione ed il programma iniziale non è stato completato. L’avvocato Ludogoroff, in merito, ha rassicurato l’amministrazione che no ci sarebbero stati problemi

Ed aggiungeva:

L’amministrazione non si è dimenticata del versamento che la Juventus deve ancora erogare, tant’è che in questi giorni ha avuto un colloquio con il Presidente della Juventus Dott. Andrea Agnelli ed il Dott. Mazzia; A seguito del cambio della dirigenza, ben pochi erano a conoscenza dell’impegno assunto dalla Juventus con il nostro Comune; il protocollo di intesa è stato un pò dimenticato; Il miliardo che non è stato erogato, era destinato alla realizzazione della casa per anziani nell’ex Cottolengo, potrebbe invece essere destinato a case più immediate ed utili come il restauro dell’edificio dell’ex Cottolengo in quanto la residenza per anziani è stata costruita ex novo in via Padre Aliberti.

Permane l’impegno e la volontà della Juventus di rivedere le finalità e gli obiettivi del protocollo d’intesa. E’ previsto un incontro di approfondimento coni dirigenti della Juventus nella prossima settimana, si pensa che no verranno meno agli impegni presi.

Intende dare la massima trasparenza alla gestione della pratica ed è favorevole alla partecipazione di qualche rappresentante della minoranza

In base alla documentazione esposta e per quanto ci è dato di conoscere, riteniamo che il modus operandi delle giunte che si sono susseguite in questi anni, non abbia di fatto portato a nulla di concreto per il recupero dei soldi (circa 500mila Euro) dovuti dalla società Juventus F.C. S.p.A. al Comune di Vinovo. Non risultano infatti atti formali né relative risposte ufficiali della società Juventus F.C. S.p.A.

Abbiamo pertanto presentato un esposto ed invitato la Corte dei Conti a fare chiarezza su quanto indicato, rimettendo alla stessa la decisione affinché verifichi l’esistenza o meno dell’eventuale danno erariale.

————-

NOMADI A VINOVO: Una delibera da far resuscitare i morti

A Febbraio i nostri consiglieri a Vinovo, insieme a giornalisti, hanno ricevuto una mail anonima firmata da Vittorio Amedeo Gioanetti che denunciava l’atteggiamento e le decisioni della giunta nei confronti di alcune famiglie “di nomadi” presenti sul territorio comunale.

Già riportata in articoli su LaStampa, L’eco del CHisone e IlMercoledì, la riportiamo integralmente sul sito. Fateci sapere cosa ne pensate …

————-

Piano d’Ambito Periodo 2016-2033: inadeguato e da ritirare

Comunicato stampa firmato dal gruppo consiliare movimento 5 stelle di Vinovo di cui riportimao le prime righe di seguito. Contestualmente sono state inviate all’ATO3 le nostre Osservazioni su Piano d’Ambito e Rapporto ambientale 2016-2033 (chi volesse visionare i doc può richiederli via mail)
“Vinovo, 22 Febbraio 2016 – Con delibera n. 587 del 21/12/2015 l’Autorità d’Ambito dell’ATO3 ha proceduto all’adozione del Piano d’Ambito. Abbiamo esaminato i documenti relativi al nuovo piano riscontrando gravi criticità sia nel merito dell’iter, che ha portato alla sua adozione, sia nel merito dei contenuti e delle carenze riscontrate nel documento in oggetto; Pertanto chiediamo ad ATO3 di ritirarlo al fine di rielaborarlo nel rispetto delle prescrizioni di legge e della trasparenza.”

Leggi tutto il CS

———-

– APPUNTAMENTI Vinovo5stelle : 

Prossimi appuntamenti

GIOVEDI 3  MARZO

ritrovo ore 20:30 in Polisportiva Garino (chi vuole partecipare ci contatti)

VENERDI 4 MARZO

ore 18:30 Comune di Vinovo è stata convocata la

I COMMISSIONE

Le commissioni sono PUBBLICHE e aperte alla cittadinanza,

PARTECIPATE!!!

———-

Da Movimento5stelle Torino

GIOVEDI 3  MARZO

L’innovazione, la leva dello sviluppo

Con i parlamentari Ivan dela Valle, Laura Castelli e federico D’Incà trattiamo il tema dell’innovazione e di come possa essere un fattore di sviluppo per il futuro della nostra città.

ore 21:00 – Sala MolinariVia Lombroso 16, Torino,

Leave a Reply

Name
Name*
Email
Email *
Website
Website